L’Orologio dell’Apocalisse

Il Bulletin of the Atomic Scientists è una rivista che tratta di temi legati alla sicurezza globale e alla politica pubblica, in particolar modo in relazione ai pericoli posti dalle armi nucleari e da altre armi di distruzione di massa. Esso è stato pubblicato ininterrottamente, con il nome di Bulletin of the Atomic Scientists of Chicago, dal 1945, anno in cui venne fondato dagli ex-fisici del Progetto Manhattan dopo il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki.

L’ Orologio e la sua lancetta dei minuti alla mezzanotte sono stati il mezzo con cui i collaboratori del Bulletin hanno previsto il potenziale della guerra nucleare.

Al suo apparire, nel 1947, l’orologio segnava 7 minuti alla mezzanotte. Nel 1953 era a due minuti. Gli allarmi del Bulletin continuarono durante gli anni cinquanta e sessanta. Nella sua storia, esso si è di volta in volta avvicinato o allontanato dalla mezzanotte in funzione dello stato di pericolo del mondo.

Nel 2007 segnava cinque minuti alla mezzanotte, a causa del pericolo rappresentato da 27.000 armi atomiche, e dal deterioramento degli habitat umani provocato dal cambiamento climatico.

Queste minacce sono presenti più che mai ancora oggi, nell’anno 2022.

Si può solo sperare che il potenziale distruttivo della guerra appena scoppiata in Ucraina non porti all’uso delle armi nucleari in nessuna circostanza, poiché la possibilità che questo succeda sarebbe catastrofica e dannosa per tutti.

Invece per quello che riguarda la crisi climatica si sta assistendo nel mondo e in Italia ad una drastica estremizzazione dei fenomeni atmosferici.

L’ultimo rapporto uscito a febbraio dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) ci dice, ancora una volta, che la finestra temporale per agire si sta chiudendo, non c’è più tempo, i cambiamenti climatici mettono a rischio milioni di vite umane.

Se non si vuole mettere in atto l’estinzione della vita su questo pianeta è necessario cooperare per la pace, e porre un freno all’inquinamento e alla diffusione di armamenti nucleari. Secondo il Bulletin, ora, ci posizioniamo a 100 secondi alla mezzanotte, per questo stiamo imboccando una strada molto pericolosa.

Redazione di Voci in Transito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...